Most Popular


Croazia, profugo di 9 anni "tenta" il suicidio
Non voleva davvero uccidersi, un bambino di appena 9 anni non può sapere cos'è il suicidio. Ma certo il dolore che ha vissuto è stato così ... ...





EUROPA/AUSTRIA - “Mission Manifest”: la missione sia la priorità principale nei paesi europei

Rated: , 0 Comments
Total hits: 7
Posted on: 05/14/18
Vienna - “Noi cristiani cattolici di Austria, Germania e Svizzera, rattristati dall’erosione della fede cattolica di cui parla Papa Francesco, consapevoli del fatto che i nostri paesi sono diventati territori di missione, siamo pronti per la missione. Desideriamo che i nostri paesi possano trovare Gesù”. Così si legge nel preambolo dell’iniziativa "Mission Manifest", lanciata dalla Direzione nazionale delle Pontificie Opere Missionarie dell’Austria e da diverse organizzazioni e realtà cattoliche, soprattutto del mondo giovanile, che intendono impegnarsi ad aiutare i Vescovi con iniziative locali di base per rispondere all’appello della Evangelii Gaudium per la “conversione” delle strutture pastorali attuali, affinchè diventino “più missionarie” e gli operatori pastorali siano in costante atteggiamento “di uscita”.
Tra i 10 punti che il “Mission Manifest” propone a chi vuole aderire, si legge: vogliamo che la missione sia la priorità principale; ci vogliamo rivolgere a tutte le persone nei nostri paesi, senza distinzioni; dobbiamo riscoprire i contenuti della nostra fede e proclamarli con chiarezza e audacia; vogliamo evangelizzare, non indottrinare; essere missionari è un impegno affidato da Cristo a ogni battezzato, non solo ad alcuni specialisti; dobbiamo convertirrci alla gioia del Vangelo per essere in grado di portare gli altri a Cristo.
Il progetto “Mission Manifest”, lanciato all'inizio di quest’anno, è stato presentato a Papa Francesco durante l'udienza generale del 2 maggio, dal Direttore nazionale delle POM dell’Austria, p. Karl Wallner, e dagli altri promotori. "Il Papa ci ha incoraggiati" commenta p. Wallner, che spiega: "Il manifesto della missione non è una raccolta di firme. Vuole riunire le forze buone e raccogliere le iniziative missionarie per andare avanti con la Chiesa. Papa Francesco intende la missione come Chiesa in uscita". “Tutte le iniziative missionarie hanno una cosa in comune: condividere la gioia della nostra fede in Gesù Cristo" conclude il Direttore nazionale delle POM.
Al progetto hanno già aderito circa 4.000 firmatari, tra cui Vescovi, sacerdoti, religiosi e laici di Austria, Germania e Svizzera.

Link correlati :Per ulteriori informazioni e adesioni

>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?